Giuseppe Patanè: Logos et Verbum


Articolo redatto per il Vernissage su Giuseppe Patanè alla 58′ Biennale di Venezia

Tra terra e fuoco, fra acqua e aria, sembra creata dai quattro elementi della terra di Sicilia. Logos e Verbum, le opere di Giuseppe Patanè realizzate per rappresentare una terra nata dal Fuoco e governata dal mare in un equilibrio perfetto tra fuoco e acqua tra il materiale e l’immateriale, un eterno binomio, un onnipresente dualità che il nostro artista calibra con assoluta maestria. Verbum come una pelle lacerata squarciata immersa nel fuoco, come un letto di magma, attrae come una cala-mita i nostri occhi e il nostro corpo, è un attrattore potente che catalizza tutto il nostro essere, per la potenza scaturita dalla distesa di rosso, o dalla sottile incisione di rilievo, che concentra la nostra attenzione e ci immerge in un universo di pathos, di vibrazioni in cui si espleta la forza, la passione, la vita nel suo stato più primitivo, come un centro ella terra che pulsa. Quel fuoco primordiale che scatena l’origine della vita, il fuoco metafora delle più materiali pulsioni umane, uin dualismo, fra bene e male, fra vita e morte. Logos è quasi l’altra faccia della stessa medaglia, qui domina il nero, che si stende come un’ombra scura sulla pelle dipinta, alla potenza del rosso si contrappone la potenza del nero che, se apperentemente sembra celare i contenuti e la materia, in realtà li rivela d’improvviso e con potenza. Qui con un ventre squarciato, come una ferita viva, appena aperta, come un utero che si spacca per aprirsi alla vita, dalla sofferenza si genera il domani, dall’annullarsi si ricrea, come l’Etna che toglie e che dà. Anche qui è la forza, la potenza, ad essere celebrata, ma in un’accezione positiva assoluta, un doppio binario, fra modo antico e modo contemporaneo. Giuseppe Patanè, artista eclettico ed essenziale ma dalla poetica pittorica profonda e molteplice, esplicitata da una meravigliosa tavolozza dai colori caldi e terrosi, l’utilizzo di materiali sempre diversi che plasma con audacia e assoluta maestria, è sicuramente l’artista più rappresentantivo del panorama artistico nazionale.


Carmen Bellalba


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *